Da tempo, l’unica cosa importante per l’Europa riguardante il nostro paese  sono i conti dello stato e non come vivono i cittadini. Non importa se i cittadini sono allo stremo e non hanno lavoro o sono pagati peggio dei cinesi, se la sanità è allo sbando e la scuola sotto la media degli investimenti  in Europa se non all’ultimo posto. Importano solo i conti economici che i ragionieri e tecnocrati fanno.  Questo perché, avendo regalato il potere di emettere valuta ad una Banca privata, la BCE, che, invece di prestare i soldi ai governi che le hanno ceduto la sovranità monetaria li presta ad altre banche private, l’Italia ha perso la sua indipendenza. Ora sono solo i mercati finanziari e gli economisti a comandare, ma il nostro paese è fatto di umanità, di gente, di persone semplici e povere. Anche Prodi, che ci ha portato nell’euro, ha spesso dichiarato che l’euro senza un sistema fiscale unico europeo, è destinato a morire, cosa che accadrà solo dopo aver sventrato tutti i paesi in difficoltà che ne fanno parte per farne arricchire uno solo: La Germania.  Quello che non ci dicono  è che i nostri governi nazionali, si sono visti sempre più ricattati dai sistemi economici messi in atto dalla BCE. Inprimis il  MES ( Meccanismo Europeo di stabilità) dopo il quale non possono praticamente decidere nulla. Ora arriva anche TPI e vedremo poi perchè si tratta dell’ennesimo ricatto all’Italia.

Tpi (Transmission protection instrument) ossia lo scudo anti-spread della Bce. Che pare essere il “parente cattivo” del Mes (Meccanismo europeo di stabilità). L’Italia è di fatto commissariata. A chi non se ne fosse accorto, consiglio di dare una lettura alla stampa internazionale. 

Il Tpi, lo strumento finanziario esecutivo, lascia poco spazio di manovra all’Italia e ai suoi politici: saranno infatti Ue e Bce a decidere se e come utilizzarlo, oltre a gestire parametri e aiuti.

 

Ecco l’articolo completo, Poi ditemi voi se questa è l’Europa che vi piace.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.